Identità e oltre

0 out of 5

20,00

Migrazione e cultura italoamericana
di Peter Carravetta
traduzione di Camilla Balsamo
illustrazioni di Angela Biancofiore
in copertina un dipinto di Ralph Fasanella

“Un’opera particolarmente tempestiva, oggi che milioni di profughi, migranti ed esiliati abbandonano il concetto e la realtà falliti dello stato-nazione. Che ci ricorda che fa parte nella natura umana l’attraversare frontiere e confini, siano essi fisici, politici o culturali. Che cosa rimane dopo che l’identità è stata de-centrata, de-tronizzata, de-mistificata? Una antica verità: siamo tutti migranti e solo nell’abbracciare l’altro possiamo diventare integralmente umani. Un esito cruciale della critica e dell’impianto teorico di Carravetta, che parecchio contribuisce a rendere gli italiani e gli italoamericani più comprensibili gli uni agli altri”. (Stanislao G. Pugliese)

ZONA | Atlantis. Scritture italoamericane | ISBN 9788864388984
libro pp. 280 illustrate b/n – EURO 20

Descrizione

Leggi l’estratto, assaggia il libro >>>

Identità e oltre è un’opera particolarmente tempestiva, oggi che milioni di profughi, migranti ed esiliati nel mondo ci ricordano che fa parte nella natura umana attraversare frontiere e confini fisici, politici o culturali. Peter Carravetta scava nella complessa matassa dell’esodo di milioni di italiani verso le Americhe, quando un quinto della popolazione abbandonò il Paese per altre destinazioni, tra il 1880 e il 1914. Un exodus storico che pone domande perturbanti: cosa resta dell’origine? Che ne è della memoria dell’emigrazione? Chi determina chi siamo? Fin dove si può ancora rivendicare un’identità nazionale, o etnica, come tratto essenziale e non contingente? E quand’è che questa identità cessa di manifestare i propri tratti storici (anche nelle sue varie ricostruzioni) per essere frammentata e assorbita in una società virtuale post-identitaria, trans-nazionale? Come viene rievocata, fuori dai soliti logori stereotipi, dagli scrittori di oggi? Nella seconda parte del libro, l’autore prende in esame e offre alla nostra conoscenza l’opera di numerosi scrittori e poeti italoamericani contemporanei, poco noti al pubblico italiano malgrado le notevoli qualità di ciascuno, e propone altresì un nuovo modello interpretativo – che definisce “critica topologica” – ad alcuni dei paradossi critici e culturali del complesso rapporto di oggi tra identità, storia e migrazione, passando dallo snodo cruciale della lingua letteraria.

Peter Carravetta traccia le coordinate dell’odierna condizione del migrante come risultante della globalizzazione dell’economia capitalista e dei tragici, interminabili dislocamenti geopolitici della popolazione umana. Questa sensibilità costituisce il fondamento morale e teorico su cui edificare una nuova consapevolezza, prospettiva favorevole per esplorare le sfide e le opportunità di una esperienza post-identitaria. Questa è una investigazione di prim’ordine ed espressione, al tempo stesso, di un pensiero italomericano creativo. (Martino Marazzi)

prima edizione in lingua inglese:
2017 © Bordighera Press, New York City (USA)
Peter Carravetta, After Identity: Migration, Critique,  Italian American Culture

Peter Carravetta è docente di filosofia alla Stony Brook University di New York. Titolare presso la stessa università della cattedra D’Amato per gli studi italiani e italoamericani dal 2008 al 2018, si interessa di ermeneutica, cultural studies, metodi della critica, poetiche, postmoderno, umanesimo e migrazioni. Fondatore e direttore della rivista Differentia, review of italian thought (1986-1999), ha pubblicato diversi libri, tra i quali, in italiano, Del postmoderno (Bompiani, 2009), Sulle tracce di Hermes. Migrare, narrare, riorientarsi (Morellini, 2012, prefazione di Remo Bodei) e La funzione Proteo. Ragioni della poesia e poetiche della fine (Aracne, 2014). Carravetta è anche autore di otto raccolte di poesia, tra le quali The other lives (Guernica, 2014) e L’infinito (Campanotto, 2014). Dirige per ZONA la collana Atlantis. Scritture italoamericane.
www.petercarravetta.com