vai alla home page di ZONA
  zona catalogo acquisti eventi librerie distribuzione

musica
narrativa
spettacolo
poesia
saggi
formazione
guide & turismo
solidarietÓ
catalogo per autori
acquista i nostri libri online su Internet Bookshop Italia
cerca la libreria pi¨ vicina a casa tua
vuoi ricevere i libri a casa tua, senza spese postali?
crediti e contatti
ufficio stampa
news
'O BOX comunicazione & servizi X musica & cultura
 
il libro / narrativa  
ANTENNA PROIBITA. LA STORIA DI EUROPA7 E ALTRE FERITE ALLA LIBERA INFORMAZIONE di Pierluigi Vito

ANTENNA PROIBITA
La storia di Europa7
e altre ferite
alla libera informazione

di Pierluigi Vito
con interviste a Francesco Di Stefano, Alessio Dipalo, Alessandro Metz, Antonino Monteleone, Marco Di Gregorio, Viviane Reding

ZONA 2009
pp. 160 - EURO 15
ISBN 978 88 6438 053 7

Collana "Storie vere"
diretta da Silvia Tessitore

Sfoglia il trailer del libro >>>

 

STORIE VERE DI LEGGI
E SENTENZE AD PERSONAM

come nel minuscolo stato di Tonga...

"Antenna Proibita. La storia di Europa7 e altre ferite alla libera informazione" di Pierluigi Vito (ZONA, pp. 160, Euro 15) racconta la storia della tv che doveva esistere - perché nel 1999 vinse la gara per l'assegnazione delle frequenze - ma che dieci anni di illegalità hanno fatto in modo che non esistesse. Perché Retequattro non finisse sul satellite, in buona sostanza, così perdendo la montagna di ascolti garantiti dalla capillare copertura analogica di Mediaset, azienda "eccedente" rispetto a qualsiasi parametro antitrust: la storia è per lo più nota in questi termini. E ora che si passa al digitale terrestre, ora che la Rai ha dismesso il contratto con Sky e si consorzia con Mediaset e La7 per la nuova piattaforma satellitare TivùSat, che succede a Europa7 e a tutto il sistema televisivo italiano? Anche qui non mancano sorprese, o meglio notizie variamente "silenziate" di cui poche testate si sono occupate.

I protagonisti di questo reportage sono: l'imprenditore Francesco Di Stefano, editore di Europa7; il giornalista radiofonico pugliese Alessio Dipalo, premio Peppino Impastato 2009, che fruga dappertutto e ultimamente in faccende di rifiuti; "l'impiccione" friulano Alessandro Metz, ex consigliere regionale dei Verdi che nel 2006 si trovò a dover acquistare una pagina del Piccolo di Trieste perché si parlasse della morte del giovane Riccardo Rasman; il blogger e giornalista calabrese Antonino Monteleone, al quale è stato comminato "in via preventiva" l'oscuramento del sito e il divieto di esercizio della professione per sei mesi, mentre il procedimento che lo vedeva imputato per diffamazione era ancora in corso; il milanese Marco Di Gregorio, prima giornalista - corrispondente dagli Usa e da Parigi, poi al TG4 di Emilio Fede - in seguito imprenditore dell'informazione, che dopo una burrascosa esperienza con SeiMilano ha scelto il web con c6.tv.

Sono personaggi diversi con storie diverse, ma tutti partecipano a una battaglia durissima e senza esclusione di colpi: quella per la libera informazione in Italia, il paese che l'organizzazione americana Freedom House (impegnata da oltre settant'anni su questo fronte), nella sua classifica internazionale del 2009, colloca al 73° posto nel mondo, ultima tra le democrazie occidentali, e cioè tra gli stati "semi-liberi". A pari merito con Tonga, minuscolo stato insulare dell'Oceania, tra Fiji e Samoa, di soli centomila abitanti e 750 chilometri quadrati, dove ogni genere d'attività è nelle mani del monarca George Tupou V e della sua famiglia, e dove la corruzione è assai diffusa.

L'autore, il giornalista televisivo Pierluigi Vito, raccoglie dalla viva voce dei protagonisti storie di soprusi, intimidazioni, leggi fatte e disfatte a beneficio del potente o dello strapotente di turno, sentenze sfacciatamente disattese o cucite sul caso. E il parere - sulla cosiddetta anomalia italiana - della Commissaria Europa per le Comunicazioni, Viviane Reding. Il quadro che ne emerge - tutt'altro che confortante - riannoda fili e circostanze che vengono da lontano, e di cui il presente è forse solo il più macroscopico degli esiti. L'intento, dichiarato dall'autore, è un doveroso tributo all'articolo 21 della Costituzione, ma anche alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che all'articolo 19 recita testualmente: "Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere".

 

 

 
assaggia il libro assaggia il libro, sfoglia il trailer
cerca la libreria più vicina a casa tua cerca la libreria più vicina a casa tua
acquista il libro online su Internet Bookshop Italia acquista il libro online su IBS
vai alla pagina degli acquisti per ricevere il libro a casa tua
vai alla pagina dell'ufficio stampa contatta l'ufficio stampa
 
l'autore
Pierluigi Vito Pierluigi Vito
(Viterbo, 1974)

Giornalista professionista, è redattore dell'area cultura di TV2000 (ex Sat2000) e in particolare della trasmissione "La compagnia del libro". Laureato in scienze politiche alla Sapienza di Roma, è stato allievo degli storici Pietro Scoppola ed Emilio Gentile.
Ha diretto dal 1999 al 2002 il mensile nazionale dei giovani di Azione Cattolica, Graffiti.

PIU' LIBRI PIU' LIBERI

8a Fiera della Piccola
e Media Editoria - Roma
Palazzo dei Congressi (Eur)
martedì 8 dicembre 2009 ore 17 Sala Smeraldo (Palazzo dei Congressi)
LE FERITE ALLA LIBERA INFORMAZIONE IN ITALIA
Tavola rotonda con la partecipazione di
- Roberto Natale, presidente FNSI-Federazione Nazionale Stampa Italiana
- Carlo Ciavoni, La Repubblica
- Liisa Liimatainen, RTV Finlandia
- Marco Lillo, Il Fatto quotidiano
- Fausto Pellegrini, Rainews 24
- Pierluigi Vito, autore di "Antenna Proibita. La storia di Europa7..."
Modera Silvia Tessitore

lunedì 14 dicembre 2009
ANTENNA PROIBITA. LA STORIA DI EUROPA7 E ALTRE FERITE ALLA LIBERA INFORMAZIONE
MILANO - Studi dell'emittente c6.tv. Diretta web su www.c6.tv con Pierluigi Vito, Nando Dalla Chiesa, Olga Piscitelli (L'Espresso). Conduce Marco Di Gregorio, direttore c6.tv. Gli ascoltatori potranno intervenire in diretta via Skype (redazionec6tv).

 
presentazioni
news
 
scopri come fare il tuo libro
area riservata ai lettori di ZONA
area riservata agli autori di ZONA
come pubblicare un libro per ZONA
area riservata ai sigg. librai
area riservata ai sigg. docenti
area riservata ai sigg. giornalisti
richiedi la newsletter
scrivi una email
 

  Editrice ZONA di Piero Cademartori - P. IVA 00021220991 - C.F. CDM PRI 58A22 C621B
via dei Boschi, 244/4 - località Pieve al Toppo - 52040 Civitella in Val di Chiana (Arezzo)     
tel/fax 0575.411049 - mobile 338.7676020 - www.editricezona.it - info@editricezona.it